IL SALUTO DEL PRESIDENTE PER IL NUOVO ANNO ACCADEMICO 2020/2021

La presentazione sull’edizione speciale del nostro giornale del programma dei Corsi e dei Laboratori, stilato tra mille difficoltà ed incertezze per il futuro, vuole essere soprattutto un forte segnale, oltre che la conferma, della volontà di non arrenderci al condizionamento che il propagarsi della pandemia Covid-19 ha portato nel nostro stile di vita.
La normativa sul distanziamento sociale ci obbligherà ad adottare delle misure che riguarderanno le modalità e la tempistica di accesso ai locali ed alle aule; misure che provocheranno probabilmente attese o code non sempre gradite ma necessarie per tutelare la salute delle persone. Pertanto, al fine di agevolare il nostro compito, sarà fondamentale da parte di tutti tenere un comportamento responsabile, oltre che paziente, ricordando che siamo in un contesto di carattere eccezionale e che si deve tenere alto il livello di allerta.
Il programma di quest’anno dei nostri Corsi e Laboratori è fondamentalmente improntato sul completamento di quello dell’anno passato, interrotto a febbraio.
Pertanto, accanto alle materie che tradizionalmente fanno parte della nostra offerta, come quelle umanistiche ed artistiche per i Corsi unitamente a pittura, informatica e lingue estere e per i Laboratori, non troverete, come avveniva solitamente, sostanziali novità anche se saremo sempre pronti a proporre, in itinere, eventuali argomenti d’attualità che una realtà, in continua e rapida evoluzione, ci proporrà.
In tutto questo contesto un aspetto peculiare della nostra proposta culturale non cambierà: l’attenzione alla scelta di argomenti e relatori che assicurino la massima qualità; costante che ha sempre contraddistinto la nostra Unitre dalla sua nascita ad oggi.
Tra le scadenze importanti che dovremo affrontare entro la fine del 2020 c’è l’elezione per il rinnovo delle cariche per il prossimo triennio; momento fondamentale, anche se purtroppo devo dire poco sentito, per la continuità della nostra Associazione. A tal proposito ricordo che sarà possibile presentare le candidature fino al 15 novembre 2020 e che quelle già espresse e consegnate alla segreteria, prima della chiusura, saranno tenute in considerazione come valide.
Anticipando che la quota associativa per il prossimo Anno Accademico verrà ridotta eccezionalmente a € 40,00 oltre a sconti sulle quote dei laboratori, termino il mio intevento con un cordiale saluto dando appuntamento per l’inizio delle iscrizioni anticipato al 9 settembre prossimo, al fine di approfondire insieme la vasta gamma di opportunità che il programma offre.

Il vostro Presidente
Vittorio Villa